A proposito di tecnologie solidali, di cui ho parlato anche in un mio precedente post, voglio segnalare un’interessante iniziativa delle Nazioni Unite. L’United Nations Alliance of Civilizations (Unaoc), in collaborazione con GamesForChange e Institute for Economics and Peace, ha lanciato PeaceApp, un concorso mondiale per giochi digitali e app ‘ludiche’ che migliorino la nostra capacità di dialogare e prevenire i conflitti.

Si tratta di sviluppare applicazioni che, attraverso la gamification cioè l’uso del gioco e di tecniche di game design, aiutino le persone ad incontrarsi e a confrontarsi senza ricorrere alla violenza ma trovando soluzioni pacifiche a situazioni conflittuali.

Si può partecipare con tre diverse modalità: proponendo un nuovo gioco oppure uno già realizzato o, ancora, adattando un gioco esistente agli scopi di PeaceApp. Saranno preferite le proposte che prevedono il free download e la disponibilità su più piattaforme. Dal concorso usciranno dunque 3 giochi che potranno essere utilizzati non solo dalle Nazioni Unite ma anche dalle associazioni che si occupano di nonviolenza, intercultura e cooperazione allo sviluppo.

L’iscrizione al concorso è online e per partecipare c’è tempo fino al 15 ottobre. Per ulteriori informazioni si possono consultare il sito web e gli account Twitter e Facebook. Il 30 novembre saranno proclamati i tre vincitori che riceveranno un premio in denaro di 5000 dollari ciascuno.

I due vincitori che hanno proposto app nuove o da modificare, oltre al denaro, riceveranno il sostegno di esperti del settore che li aiuteranno a realizzare il gioco. Infine, tutti e tre i vincitori potranno presentare i propri prodotti alla Build Peace Conference che l’Onu organizza a Cipro nell’aprile 2015.

Forza, nerd di tutto il mondo cosa aspettate?

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Livornese ma a Pisa devo i miei studi in storia moderna. Lavoro all’Ufficio Comunicazione di Cesvot – Centro Servizi Volontariato Toscana. Il non profit e la comunicazione digitale sono da sempre la mia passione. Mi trovate anche su Telegram con il canale @SocialPositiveNews.

1 commento

  1. Pingback: Piccoli soccorritori crescono - cittadini di twitter

Leave A Reply


*