Che cosa condividiamo di più in rete e soprattutto sui social network? Le immagini. Ormai è una tendenza globale, un’abitudine collettiva: fotografare e condividere ciò che ci piace, ci colpisce, ci fa male o ridere. E se quelle foto avessero un fine altruistico e la loro condivisione ‘producesse’ del bene?

Carlo Martinelli e Marco Andreani, rispettivamente project manager e web strategist della MC3 Informatica di Brescia, supportati dal presidente Claudio Carlenzoli, sono partiti da queste due semplici domande e lo scorso giugno hanno lanciato il progetto “Altri scatti” che praticamente è tre cose in una: contest fotografico, applicazione e piattaforma web. Il tutto permette ad aziende, cittadini, associazioni di incontrarsi e unire le forze per un obiettivo comune: fare del bene.

Ecco come funziona: una volta registrati via app o web, basta scattare una foto, caricarla sulla piattaforma e quindi condividerla invitando amici e conoscenti a votare la foto. A quel punto la foto guadagnerà un “valore economico”. Ad ogni immagine caricata corrisponde, infatti, un euro o quanto deciderà l’azienda e quel denaro andrà tutto all’associazione. La registrazione e la partecipazione sono completamente gratuite ma, attenzione, ogni campagna fotografica ha un tema e la raccolta fondi un tempo.

Come mi spiega Carlo Martinelli, “Altri Scatti propone un nuovo modello sociale di beneficienza e di incontro tra profit e non profit. Ad ogni campagna individuiamo un’azienda e una onlus, definiamo i tempi di raccolta (un trimestre) e quindi scegliamo insieme un tema per le fotografie che sosterranno la raccolta fondi. Ecco che allora parte la gara di solidarietà a colpi di foto!”.

All’inizio di luglio è partita la prima campagna che ha visto protagoniste l’azienda Doc Generici (azienda farmaceutica che produce farmaci generici) e l’Associazione per l’aiuto dei giovani diabetici “Carlo Fasulo” di Novara. In tre mesi hanno partecipato 466 utenti che hanno caricato sulla piattaforma web 1106 fotografie e raccolto 5 mila euro.

“In fondo – dice Carlo – quel che vogliamo è supportare, integrare l’attività di fundraising che le associazioni già portano avanti ma spesso senza una strategia definita e senza un vero ritorno per le aziende. Altri Scatti rende evidente l’impegno delle aziende. Sono le aziende il cuore del progetto”.

infographic

A dicembre si concluderà una seconda raccolta fondi di Doc Generici, questa volta a favore dell’Associazione Medici per l’Africa (Cuamm) che con il denaro raccolto porterà avanti un progetto di assistenza sanitaria nella Contea di Rumbek North, Sud Sudan. Tema: il bello delle piccole cose. Per questa seconda raccolta sono già state caricate 340 foto e, considerando entrambe le campagne, sono 700 gli utenti registrati e 6mila i voti espressi (oltre 4000 nella prima edizione, circa 2000 in quella in corso).

Ma Altri Scatti, confessa Marco Andreani, ha un sogno nel cassetto: coinvolgere il Fai-Fondo Ambiente Italiano e lanciare una grande campagna nazionale di raccolta fondi per sostenere il nostro patrimonio artistico e culturale. “Nel frattempo – continua Marco – stiamo lavorando per individuare le aziende perché è qui che incontriamo le difficoltà maggiori e non soltanto per via della crisi. Nel nostro Paese c’è ancora molto da fare perché si sviluppi una cultura diffusa della responsabilità sociale e perché l’incontro tra profit e non profit non rimanga esclusivo appannaggio di grandi aziende e grandi Onlus. La nostra idea è sviluppare e diffondere un’idea di marketing etico che, grazie all’innovazione digitale, sia accessibile anche a piccole associazioni e aziende”.

E la partecipazione attiva dei cittadini può fare la differenza. E allora cosa aspettate? Fotografate la vostre ‘piccole cose’ e caricatele su http://www.altriscatti.com!

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Livornese ma a Pisa devo i miei studi in storia moderna. Lavoro all’Ufficio Comunicazione di Cesvot – Centro Servizi Volontariato Toscana. Il non profit e la comunicazione digitale sono da sempre la mia passione. Mi trovate anche su Telegram con il canale @SocialPositiveNews.

Leave A Reply


*