Sabato 14 ottobre alle 9.00 si terrà il Torino Mapping Party – Collaborative mapping for a better mobility. È un evento pubblico che coinvolge abili mappatori, cittadini e chiunque voglia partecipare e contribuire attivamente alle mappe OpenStreetMap utilizzate dal servizio di infomobilità Muoversi a Torino: nuovo e innovativo servizio di calcolo che favorisce una mobilità più semplice nell’area metropolitana torinese. L’area oggetto di mappatura per questa prima edizione è il quartiere di Barriera di Milano.

L’evento è organizzato da 5T (società pubblica che dal 1992 progetta, realizza e gestisce sistemi e servizi innovativi per la gestione della mobilità. E’ attiva nei settori del traffico, dell’infomobilità, del trasporto pubblico e della bigliettazione elettronica. Opera come società in-house di Città di Torino, Città Metropolitana di Torino e  Regione Piemonte) e ITHACA (Information Technology for Humanitarian Assistance, Cooperation and Action è un’associazione senza scopo di lucro fondata nel novembre del 2006 dal Politecnico di Torino con il supporto finanziario della Compagnia di San Paolo, con l’intento di sviluppare progetti di ricerca nel campo dell’acquisizione, gestione ed elaborazione di dati geografici e cartografici a supporto della gestione delle emergenze derivanti da catastrofi ambientali) con il patrocinio della Città di Torino ed inserito nel programma di Torino Design of the City, una settimana di incontri e seminari dedicati al design.

La partecipazione è libera e gratuita fino ad un massimo di 40 partecipanti. Non è necessaria una precedente esperienza con OpenStreetMap o con altre tecniche di mappatura: i più esperti potranno supportare quelli meno esperti. Sono aperte le iscrizioni via Eventbrite fino al 12 ottobre.

Per le attività di mappatura, sono necessari:

  • uno smartphone da usare come GPS o come macchina fotografica digitale;
  • un computer portatile per l’inserimento dei dati in rete.

Inoltre, si consiglia di installare preventivamente una di queste App:

  • Mapillary (Android e iOS) che permette di catturare i dettagli più nascosti in un’immagine;
  • Wheelmap (Android e iOS) è una mappa online mondiale per trovare e segnalare i luoghi accessibili da disabili in sedie a rotelle.

Le app consigliate funzionano off-line: non è necessario l’uso di traffico internet durante la loro accensione.

Il Direttore di ITHACA, Piero Boccardo, sottolinea come “grazie allo sviluppo di semplici tecnologie di acquisizione e gestione di dati cartografici che utilizzano sensori ubiquitari quali smartphone e tablet, sia ora possibile implementare in modo efficiente ed efficace il paradigma basato sul “crowdmapping”, ossia il contributo volontario e consapevole che i cittadini erogano all’intera comunità. Contributo che si configura anche come conoscenza e condivisione di dati ed esperienze, al fine di condividere spazi e migliorarne la loro fruibilità attraverso i servizi erogati che su di essi si basano.

Questa iniziativa è solo uno dei tanti esempi attraverso cui la tecnologia dà la possibilità di costruire una comunità attenta e partecipe alla gestione del bene comune. La tecnologia, se ben usata, è un investimento che consente la creazione di un equilibrio tra strumenti informatici e individui.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Ho studiato alla Facoltà di Scienze Umanistiche della Comunicazione dell'Università di Firenze. Nutro interesse nei riguardi del mondo del giornalismo, dell'editoria e della cultura in generale.

Leave A Reply


*