Corsia preferenziale per i social network anche nei grandi circuiti della Formula Uno? Sembrano esserci le giuste premesse in questo senso dopo l’ultima opinione espressa in merito dal direttore esecutivo della Mercedes, che sta dominando l’attuale campionato del mondo. Toto Wolff infatti, in occasione di un’intervista ad Autosport, ha ribadito come uno degli aspetti più controversi della sua posizione attuale rispetto al patron del circuito iridato Bernie Ecclestone sia proprio quello del ruolo chiave dei social. Secondo il manager austriaco, davanti al calo preoccupante di sportivi che ha registrato la Formula Uno nell’ultimo anno in tv, i social media offrono opportunità commerciali praticamente sconfinate, che sono in grado di attirare sponsor ora non più nel grande giro e comunque non pienamente sfruttati dal circuito. “E’ normale – ha detto Wolff – che con la vendita dei diritti alle tv a pagamento si sia registrato un calo di spettatori, sia pure consistente in Italia e in Germania. Ma non possiamo ignorare il fatto che l’attività online sta crescendo in maniera addirittura esplosiva. I social media non saranno ancora immediatamente monetizzabili, ma hanno un’audience senza eguali che fa gola a tutti. Twitter per esempio è uno strumento potentissimo da questo punto di vista, serve solo un po’ di tempo per utilizzarlo al meglio”.

 

Antonio Lionetti

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*