Sesto Fiorentino, comune in provincia di Firenze, si prepara ad evacuare una intera scuola, di circa 700 studenti, per verificare il piano di emergenza e informare la popolazione sul rischio sismico. L’esercitazione si svolgerà martedì 30 maggio a partire dalle 9:00 e potrà essere vissuta in diretta anche sui social network.

Un normale martedì di fine anno scolastico per centinaia di studenti si trasforma così in una giornata all’insegna dell’apprendimento fuori dalle aule. Sarà simulata una scossa di terremoto e saranno verificate le procedure di autoprotezione ed evacuazione studiate dai ragazzi e predisposte nel piano della scuola.

Parteciperanno all’esercitazione tanti enti e associazioni come Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Carabinieri Forestali, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Ordine degli Architetti, Collegio dei Geometri, Associazione Nazionale Alpini, CAI Sesto Fiorentino, Croce Viola, La Racchetta, Misericordia, Associazione Nazionale Carabinieri, Nucleo Operativo di Protezione Civile, Associazione Radioamatori Italiani, che faranno sperimentare ai ragazzi situazioni di rischio potenziale.

La novità di quest’anno sarà la possibilità di seguire tutto l’evento in diretta sui canali social della Protezione Civile di Sesto Fiorentino Facebook, Twitter, Instagram e grazie alla collaborazione con la community anche sull’account Instagram di Vivo Firenze. Tutto sarà raccontato utilizzando l’hashtag #SestoInSalvo con cui sarà possibile interagire durante l’esercitazione.

Per proiettarci verso l’esercitazione è stato lanciato un teaser video che anticipa le suggestioni di quello vivranno gli studenti nella giornata di martedì.

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

CHIARA BIANCHINI

Blogger e social media manager. Laureata magistrale in scienze della comunicazione con un forte interesse per la comunicazione del rischio e dell’emergenza sui social media. Partecipante attiva a #SmemchatIT (venite a scoprire su Twitter di cosa si tratta!).

Leave A Reply


*