Una bella iniziativa. E’ Rete del Dono, una piattaforma digitale che ospita i progetti delle organizzazioni non profit e permette ai privati interessati di raccogliere fondi in loro favore.

Come si diventa catalizzatore di denaro da destinare all’iniziativa di una ONP che ci sta a cuore? Creando un proprio profilo all’interno del sito e dando vita ad una pagina per le donazioni. Esempio: un mio amico che ha corso di recente la Maratona di Milano – un evento per lui significativo – aveva piacere a sostenere il progetto di una determinata organizzazione non profit e ha deciso, così, di aprire uno spazio in Rete del Dono legato al suo personale momento sportivo, per festeggiarlo coi propri conoscenti e con tutti coloro che sarebbe stato in grado di raggiungere tramite i social, gli strumenti di messaggistica istantanea, la Facebook App della piattaforma e la comunicazione vocale diretta, coinvolgendoli nell’aiuto alla ONP. È questo il tipo di molla che fa scattare il circolo virtuoso: si condivide un evento personale speciale (un compleanno, una commemorazione, un impegno importante) e si lega ad esso la richiesta di un contributo economico, finalizzato, però, esclusivamente al finanziamento di una causa che ci interessa. Nella pagina dedicata deve essere inserita una breve descrizione di sé e del motivo per cui la si è creata e possono esservi caricati sia foto che video.

Si è, in questo modo, di fatto, veri e propri personal fundraiser: moderni benefattori “senza portafoglio” del sociale. Convogliatori e promotori di un insieme di buone azioni. Sembra strano, ma questo accade. E lo fa nella totale trasparenza: Rete del Dono devolve la somma di denaro raccolta alla specifica ONP al netto delle commissioni bancarie e l’organizzazione non profit, a sua volta, le riconosce il 5% + IVA della stessa. Se il totale dei soldi racimolati fosse 100 euro, per intendersi, alla ONP andrebbero alla fine la bellezza di 91,8 euro.

Rete del Dono è ovviamente presente su Facebook, Twitter, YouTube e Instagram, tramite il quale ha da poco lanciato un concorso, in scadenza il 30 aprile, dal titolo #corrosolidale. Per partecipare bisogna scattare o scattarsi una foto mentre si corre e aggiungere all’immagine una didascalia sintetica che illustri cosa significhi per noi essere protagonisti di una sfida sportiva solidale, con hashtag #corrosolidale e tag @retedeldono. Vince chi colleziona più cuoricini. In premio ci sono due pettorali per partecipare a un evento podistico italiano nel 2016.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Classe 1983, laureato in "Media e Giornalismo", con qualifica professionale in "Mediazione Linguistica" e "DITALS di II livello". Appassionato di cinema e sport, mi muovo fluidamente nel mondo della comunicazione, cercando di veicolare informazioni in maniera chiara, gradevole ed efficace. Sono vicepresidente dell'Associazione Culturale "Buongiorno Firenze" (www.buongiornofirenze.eu).

Leave A Reply


*