Dallo scorso 6 marzo le opportunità economiche predisposte dall’amministrazione comunale di Radicondoli arrivano sul web. In modo facile e veloce, coloro che sono interessati ai bandi e agli aiuti economici dedicati a lavoro, nuove aziende, casa e famiglia, potranno avere le informazioni sulle opportunità attive e le scadenze collegandosi al sito www.wivoaradicondoli.it.

L’obiettivo è far crescere il territorio, sostenere le imprese, stimolare sempre più la residenza in questa porzione di Toscana dal cuore caldo e vicino a Siena, alla Valdelsa e a Firenze.

Per questa operazione è previsto un totale complessivo di 395.689,50 euro. Ci sono 200mila euro di contributi messi a disposizione per le aziende dal Comune, ed è già possibile presentare domande e partecipare. Ci sono poi circa 200mila euro per casa e famiglie. Si tratta strumenti concreti per chi fa impresa e vive a Radicondoli e a Belforte.

Tra le opportunità già attive, il bando per il contributo per l’acquisto prima casa, il bando “Nuove attività economiche” contributi per le start up, il bando per il rilancio di attività esistenti, il bando mobilità, il bando facciate. Il Comune sta già lavorando anche al bando “Affitto” e al bando “Impianti di Riscaldamento Case Sparse”, nonché ad agevolazioni che riguardano la scuola, scuola per l’infanzia e asilo nido.

Noi vogliamo incoraggiare sia la nascita di nuove attività nel nostro territorio, sostenere il rilancio e lo sviluppo di imprese già attive e sostenere la residenza – fa notare Francesco Guarguaglini, sindaco di Radicondoli – Tutti i bandi rientrano in uno sforzo che stiamo facendo per rendere la nostra realtà un’area sempre più attrattiva”.

Per entrare nel dettaglio, in estrema sintesi, per chi compra la prima casa nel Comune di Radicondoli è previsto un contributo del 25% da parte dell’amministrazione comunale, fino ad un totale di 20mila euro per ciascuna abitazione. Per chi apre una nuova attività economica, il 50% delle spese che l’azienda sostiene vengono coperte dall’amministrazione con un contributo a fondo perduto fino a 8.000 euro. Per il rilancio delle attività esistenti è previsto un contributo che copre il 50% delle spese sostenute dalle imprese fino ad un totale di 4.000 euro. Con il bando “Mobilità” è previsto un contributo sulle spese di viaggio per lavoratori pendolari con un rimborso dell’80% sul costo dei viaggi con automobile o abbonamento per i mezzi.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Fiorentino doc. Sono giornalista professionista e specializzato in comunicazione pubblica, digitale e social. Lavoro a Open Comunicazione dove mi occupo della redazione e della gestione dei contenuti digitali di enti pubblici e imprese private. Tra le altre passioni: la tv e la radio.

Leave A Reply


*