Si è conclusa domenica scorsa l’edizione 2017 di #MuseumWeek, la settimana mondiale dedicata alla promozione del patrimonio artistico e culturale via Twitter. Adesso è il momento di tirare le somme.

Dal 18 al 25 giugno sono stati oltre 373mila i post, le condivisioni e i commenti pubblicati in tutto il mondo con l’hashtag #MuseumWeek, tra i più utilizzati insieme a #womenmw. A interagire non sono stati soltanto i follower e, più in generale, il pubblico, ma anche i musei coinvolti, che hanno largamente contribuito a dare visibilità all’evento e a chi ne ha preso parte. Il maggior numero di post – oltre 56mila – è stato pubblicato giovedì 22 giugno, nel giorno dedicato alle #storiesmw.

I musei più influenti per numero di utenti raggiunti sono stati l’inglese National Gallery con 141 milioni, il russo Hermitage con oltre 116 milioni e il francese Louvre con circa 114 milioni. Al sesto posto, prima tra gli italiani, la rete dei musei comunali di Roma, a quota 83 milioni di utenti.

Considerando, invece, il numero di condivisioni dei post da parte del pubblico, la classifica cambia: al primo posto troviamo un museo italiano, il sardo Corona Arrubia, con più di 8400 condivisioni, seguito dal British Museum con quasi 8mila e dal giapponese Ota Memorial con circa 7500. Nella top ten troviamo altre due istituzioni italiane: al quinto posto l’area archeologica Massaciuccoli Romana e al nono il museo ligure di orologi da torre Bergallo.

Sono sei i musei italiani nella top ten dei profili che hanno postato di più: al primo posto il Corona Arrubia con quasi 9200 post, al secondo Massaciuccoli Romana, al quarto il Bergallo, al quinto l’archeologico nazionale di Cagliari, al sesto l’archeologico di Rio nell’Elba e al decimo il Capodimonte. Tra gli stranieri, il museo Ota Memorial raggiunge il quinto posto con quasi 4500 post e il Giardino botanico reale di Madrid si piazza al settimo superando i 1500.

Al primo posto tra i musei più commentati, infine, Massaciuccoli Romana a quota 610. Seguono il complesso monumentale andaluso di Alcazaba de Almeria con 477 commenti ricevuti e il Louvre con 255. Tra gli italiani in classifica anche il Corona Arrubia al quinto posto, l’archeologico di Cagliari all’ottavo, il Palazzo reale di Napoli al nono e le grotte Borgio Verezzi al decimo.

Una grande edizione per i piccoli musei italiani, che sono riusciti a ritagliarsi ampio spazio in rete ma soprattutto si sono dimostrati campioni nell’engagement. Bravissimi tutti, in modo particolare il Corona Arrubia e l’area Massaciuccoli Romana per aver saputo raccontare con passione storia, territorio e tradizioni ottenendo grandi risultati.

Tutti i numeri della Museum Week sono disponibili qui.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

ANNALISA SICHI

Classe 1986, laureata in Comunicazione strategica alla Cesare Alfieri di Firenze. Giornalista e social media manager con una passione per la comunicazione politica.

Leave A Reply


*