Da otto anni il Sistema Museale del Lago di Bolsena (Si.Mu.La.Bo.) predispone un calendario di eventi estivi che si svolgono in tutte le località aderenti al Sistema. Per evidenti cause di forza maggiore, quest’anno la tradizionale rassegna estiva, promossa in collaborazione con la Regione Lazio, non ha potuto svolgersi in presenza.

“L’emergenza sanitaria ha richiesto all’ecosistema culturale del Simulabo di uscire dai consueti binari adattandosi a metodi e linguaggi alternativi per varcare i confini fisici – ha comunicato il Sistema sulla propria pagina Facebook – Tuttavia la volontà di lasciare aperte, almeno idealmente, le porte delle diverse realtà museali della rete ha permesso di non rinunciare, completamente, alla fruizione da parte del pubblico e alla realizzazione di performance musicali, coreutiche o d’arte drammatica”.

“Giunto nel 2020 alla sua ottava edizione, MuseiOn – evidenzia Marco D’Aureli, coordinatore del Sistema Museale del Lago di Bolsena – è una delle azioni dal progetto Simulabo 5.0 finanziato dal bando La cultura fa sistema della Regione Lazio. L’idea di base è quella di portare forme d’arte di varia natura, performance e spettacoli all’interno dei musei per creare dialoghi tra linguaggi espressivi diversi, per offrire al pubblico dei nostri istituti nuovi stimoli e chiavi di lettura rispetto al patrimonio in essi conservato e valorizzato. Non potendo quest’anno realizzare spettacoli dal vivo abbiamo chiesto al gruppo di artisti col quale ci siamo trovati a collaborare di immaginare delle storie ambientate nei musei, che prendessero spunto da suggestioni colte al loro interno, da destinare ad una fruizione audiovisiva. Un lavoro faticoso, creativo, innovativo, che ha dato ottimi risultati”.

Il risultato è un inedito percorso narrativo, fatto di tredici tasselli da apprezzare singolarmente oppure uno di seguito all’altro, che intende aggiungere storie alle storie già sedimentate nei musei e consentire al pubblico di compiere un viaggio nel tempo e nello spazio. Si dipana così la narrazione di un racconto corale che fa memoria e mette in valore le peculiarità espresse da ogni nodo della rete (Museo del fiore e Museo della città di Acquapendente, Museo geologico e delle frane di Bagnoregio, Museo territoriale del lago di Bolsena, Museo del brigantaggio di Cellere, Museo civico “F. Rittatore Vonwiller” di Farnese, Museo del costume farnesiano di Gradoli, Museo Civita di Grotte di Castro, Museo civico archeologico “Pietro e Turiddo Lotti” di Ischia di Castro, Museo naturalistico di Lubriano, Museo della terra di Latera, Museo dell’architettura di Antonio da Sangallo il Giovane di Montefiascone, Museo della preistoria della Tuscia e della Rocca Farnese di Valentano).

A immaginare e cucire assieme tutti questi racconti è stato l’autore e attore Mirko Revoyera, che traghetta gli spettatori in questa avventura. Tredici clip e altrettante storie, tredici tappe e altrettanti siti. Da fruire a distanza, come granelli di una clessidra (questa l’immagine scelta dal SIMULABO per l’edizione 2020 di “MuseiOn”), che misura un tempo solo all’apparenza fermo e sospeso, dilatato. La firma registica è quella di Mauro Magrini, la sceneggiatura è stata curata da Arianna Fiandrini.

Il primo video sarà diffuso sulla pagina Facebook del Simulabo sabato 19 dicembre. Gli altri saranno rilasciati il sabato mattina, per 13 settimane. Al termine delle tredici settimane, tutti i video saranno disponibili sul sito web del Sistema www.simulabo.it.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Cristina Zannier è dipendente del servizio Turismo e relazioni esterne del Comune di Grado e social media manager dell’Ente. Dopo gli studi classici ha approfondito i temi della gestione della cultura, in particolare in ambito bibliotecario, e dell’organizzazione di eventi tramite diversi corsi. Lavorando a diversi progetti culturali e turistici promossi da enti pubblici locali ha inoltre acquisito competenze nella gestione amministrativa della Pubblica amministrazione. Dal 2012 si occupa di promozione del territorio coniugando canali di comunicazione online, offline e eventi. Insieme a Lara Anniboletti e Giuseppe Ariano coordina il tavolo nazionale Cultura e Turismo di PA Social.

Leave A Reply


*