Ieri mattina al Ministero dell’Istruzione (MIUR), nella Sala della Comunicazione di Viale Trastevere – “hackerata in perfetto stile Maker” come ha detto il moderatore  Riccardo Luna – la presentazione  della quarta edizione della Maker Faire Roma.

Hackerato anche il format della Conferenza Stampa che ha ospitato alunni delle scuole secondarie (IPSIA Galileo, ITIS Mcheal Faraday, C. Rosatelli, G. Marconi)  e giovani startupper (Progetto Get, Iomote, Open Picus, Archon, Scuter, Biopic) a fare dei Pitch presentation ovvero presentazione  dei loro progetti innovativi e di artigianato digitale in meno di tre minuti.

Dopo droni, domotica, applicazione per la sharing economy, mobility, food, wereable e musica elettronica si è passati alle presentazioni più istituzionali.

Da Lorenzo Tagliavanti Presidente della Camera di Commercio di Roma che insieme ad Asset Camere  sponsorizza la manifestazione dalla sua nascita al Commissario europeo  per l’Economia e la società digitali Günther H. Oettinger, perché come sostenuto in apertura da Riccardo Luna (ideatore della Maker Faire Roma insieme a Massimo Banzi) la Maker Faire di Roma non è una manifestazione italiana è una manifestazione europea.

La Maker Faire #Cambiatutto, dopo quattro anni entra nei Ministeri e nell’agenda politica la Ministra Stefania Giannini ha infatti annunciato un Bando da 28 milioni per realizzare FabLab e Laboratori creativi all’interno delle scuole a cui si aggiungeranno altri 40 milioni di Fondi europei per gli stessi obiettivi.

Non resta che partecipare alla Maker Faire che per il 2016, vista la partecipazione sempre crescente, si sposterà alla Nuova Fiera di Roma dal 14 al 16 ottobre conquistando quasi 50 mila metri quadri, due voliere per i droni, spazi esterni, spazi più grandi per i bambini e la costruzione di un “parco tematico per famiglie”.

Altre novità dell’anno: nuove call per partecipare agli allestimenti e un premio di 100 mila euro per il migliore Maker europeo.

Come ha esortato la Ministra Giannini “Siate audaci”, partecipate!

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

FABIANA ZEPPIERI

Molti anni di comunicazione web, soprattutto per la PA. Così conobbi Twitter...

Leave A Reply


*