Grazie a un finanziamento di 400 mila euro da parte del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Treviso migliora i propri servizi comunali e organi istituzionali.
Si tratta di aggiornamenti che riguardano le applicazioni in cloud per vari servizi quali Servizi Demografici, Stato Civile, Statistica, Albo Pretorio, Toponomastica, Contabilità, Economato.

“È sicuramente una bella notizia, perché non solo è stata valutata positivamente la strada intrapresa dai nostri servizi informatici, tra i primi a trasferire le applicazioni in cloud, ma permette anche di liberare almeno 300 mila euro per altri progetti, sempre in ambito di transizione digitale. La Pubblica amministrazione deve essere sempre più attenta al processo di digitalizzazione: l’ammissione dei progetti con conseguente sblocco di altri fondi comunali permetterà di perseguire gli obiettivi e un ulteriore efficientamento dei servizi da parte dell’Ente”, spiega l’assessore alla Smart City e struttura organizzativa comunale Alessandro Manera.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Aspirante giornalista, classe 1995. Laureata in Scienze della comunicazione per i media e le istituzioni, ho un grande interesse verso tutto ciò che riguarda la comunicazione pubblica. Un interesse maturato anche a seguito della mia iscrizione all'associazione PA Social e del mio tirocinio presso l'Ufficio stampa del Comune di Bagheria.

Leave A Reply


*