In treno da Firenze ad Arezzo per ripensare il mondo dei servizi pubblici in Toscana. Si tratta di HackToscana Mobilità e sarà il primo Hackathon dedicato al mondo dei trasporti pubblici della Regione, che ha varato il progetto in collaborazione con Trenitalia, l’Università di Siena e Fondazione Sistema Toscana. A gestire l’evento sarà l’azienda specializzata Travel Appel con la sponsorizzazione di tre aziende che operano nel settore dei trasporti e delle telecomunicazioni: Alstom, Engineering e Maior.

Per mantenere un contatto diretto con l’esperienza dei mezzi pubblici e calarsi nella parte del pendolare, l’Hackaton avrà inizio sabato 30 gennaio nella Stazione Santa Maria Novella di Firenze (Sala Reale, binario 16) e proseguirà su di un treno Jazz fino al Campus-lab di Arezzo dove continuerà fino alla mattina successiva. Le presentazioni dei progetti e le premiazioni si terranno domenica 31 gennaio, a Firenze.

Gli Hackathon sono maratone non stop, questo sarà di 24 ore, durante le quali i partecipanti lavorano in team per sviluppare soluzioni digitali innovative che incontrino l’esigenza di cambiamento di enti o aziende che operano in settori e con metodi tradizionali. Durante i due giorni di Hack Toscana Mobilità i partecipanti lavoreranno senza sosta su dei brief, cioè dei temi stabiliti dalla Regione, promotrice della manifestazione. Saranno supportati dal team di Travel Appeal, che li aiuterà a formare squadre miste in modo da integrare le necessarie competenze. Al termine della manifestazione ogni team presenterà il progetto sviluppato durante l’Hackathon e saranno scelti e premiati i progetti migliori, uno per ciascun brief. I team autori dei progetti vincitori riceveranno un premio dal valore di 5000 euro offerto dai tre sponsor. 

Saranno disponibili 200 posti e le iscrizioni, gratuite, sono aperte sulla pagina dedicata di Open Toscana http://open.toscana.it/web/hacktoscana/home

“Il mondo della mobilità e del trasporto pubblico in Toscana sta vivendo una stagione di grandi cambiamenti e di forte innovazione – dice l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli- con la Regione impegnata a fare consistenti investimenti per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini. Per questo chiediamo a chi ha le idee e le competenze per poterlo fare di contribuire a questo cambiamento. E credo che dai nostri giovani, e meno giovani, partecipanti verranno idee fresche per rendere più moderno, informato e sostenibile il trasporto pubblico in Toscana”.

“L’Hack Toscana Mobilità mette insieme innovazione, start up, servizi al cittadino – spiega l’assessore regionale a sistemi informativi e innovazione Vittorio Bugli – Da questi ragazzi ci aspettiamo idee e proposte concrete per migliorare la mobilità. La loro passione e vivacità daranno certamente nuovo slancio a questa iniziativa regionale, che già tanto successo ha avuto nel precedente Hackthon dedicato al miglioramento della piattaforma Open Toscana, che si è svolto nell’ambito dell’Internet festival 2014. La competenza di questi ragazzi mi sorprende sempre e credo che la Regione debba instaurare con loro un rapporto continuo e un confronto critico, perché le idee migliori arrivano proprio da questi eventi”

L’evento si aprirà sabato 30 gennaio alle ore 9 con la registrazione dei partecipanti nella Sala Reale della stazione di Santa Maria Novella. Proseguirà in treno fino al Campus-lab di Arezzo dove continuerà senza soste fino alla mattina di domenica 31.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*