I nostri due canali social e il sito web sono strumenti fondamentali per favorire dialoghi e dibattiti incentrati sulle opere da noi custodite e sulla vita del museo. Poco più di due anni fa gli Uffizi non avevano nemmeno un sito web, adesso invece siamo in testa alle iniziative digitali tra i musei italiani − ha sottolineato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt −. Con i mezzi tecnologici contribuiamo a realizzare il sogno del granduca Pietro Leopoldo di Toscana: gli Uffizi diventano sempre di più il museo del mondo, e al contempo il museo dei fiorentini“.

Il profilo Instagram del museo, infatti, ha superato il traguardo dei 100mila followers ponendosi in pole position tra i musei italiani di arte antica sia per il numero di followers in assoluto sia per la quota di crescita, andando a rivaleggiare anche con le gallerie di arte contemporanea top, dove solo la Peggy Guggenheim Collection di Venezia (147 mila followers) lo batte, avendo da poco sorpassato anche il Museo della Triennale di Milano (97,5 mila followers). Ogni giorno, su Instagram, gli Uffizi postano un’opera d’arte accompagnata da descrizione e interpretazione bilingue (italiano e inglese), spesso collegandola a brani di poesia del presente o del passato. Fra le opere postate è notevole il successo in termini di “likes” collezionati non soltanto dai capolavori della pittura rinascimentale e barocca, ma anche dalla statuaria antica. Le cinque opere finora più apprezzate in termini di “cuoricini” sul social dedicato alle immagini sono il “Tondo Doni” di Michelangelo (7875 likes), il “Laocoonte” di Baccio Bandinelli (7618 likes), “Pallade e il Centauro” di Botticelli (7195 likes), “Annunciazione” di Leonardo da Vinci (5800 likes) e il “Torso Gaddi”, arte greca, I secolo a.C. (5285 likes).

Il canale Twitter, invece, comunica la vita del museo con le varie novità, informando i followers in tempo reale su nuovi restauri, mostre, iniziative e compleanni di artisti. Sebbene gli Uffizi siano al secondo posto dopo Brera tra i musei statali italiani per numero di followers, con Twitter si piazzano al primo posto mondiale per engagement (frequenza di interazione dei followers con i contenuti proposti) e indice di performance (“PPI” calcolato in base a interazione e crescita).

Col lancio, il 27 settembre scorso, del nuovo sito ufficiale degli Uffizi, il portale ha ottenuto il primo posto tra le ricerche a esso dedicate sui browser, spodestando dopo molti anni i siti dedicati al bagarinaggio online e relegandoli in posizioni secondarie. Vi sono sezioni dedicate alle opere esposte, mostre ed eventi, all’accessibilità di famiglie, gruppi, scuole o studiosi e mostre virtuali con immagini ad alta definizione nella sezione “Ipervisioni”.

Che dire? Finalmente uno dei patrimoni culturali mondiali più importanti a portata di… click!

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Ho studiato alla Facoltà di Scienze Umanistiche della Comunicazione dell'Università di Firenze. Nutro interesse nei riguardi del mondo del giornalismo, dell'editoria e della cultura in generale.

Leave A Reply


*