#EternoAlfredo. Con questo hashtag piuttosto eloquente Twitter ha voluto rendere omaggio ad Alfredo Di Stefano, grande campione di calcio degli anni ’50 scomparso lunedì all’età di 88 anni dopo essere stato colpito da un infarto. Sulla piattaforma del social network è così partito immediatamente un unico immenso abbraccio verso quello che molti considerano il più grande interprete del gioco del calcio, anche più di Pelè e Maradona, che secondo alcuni hanno avuto il vantaggio di poter far conoscere attraverso i media le proprie prodezze al grande pubblico. In pochissime ore l’account Twitter è diventato il filo conduttore ideale di pensieri ed emozioni che hanno unito in rete gli appassionati di tutto il mondo, avvicinandoli come non mai ai personaggi più famosi del pallone e alle società più prestigiose. Ecco allora, tra le tante foto vecchie e nuove del grande Di Stefano, le parole sentite di campioni come Cristiano Ronaldo e Andrès Iniesta, Gonzalo Higuaìn e Iker Casillas, portiere di quel Real Madrid di cui Di Stefano è stato un mito assoluto. Commenti che quasi si perdono nel mare dei ricordi e dei ringraziamenti dei tantissimi appassionati che salutano per sempre “la saeta”, come era soprannominato Di Stefano per la sua grandissima velocità che univa a una tecnica sopraffina. Argentino di Buenos Aires ma grande protagonista di un meraviglioso Real Madrid (otto volte campione di Spagna, cinque Coppe dei Campioni consecutive, due volte Pallone d’Oro), Di Stefano ha raccolto su Twitter i saluti delle più grandi società di tutto il mondo, da quelli ufficiali delle varie Nazionali fino ai club più prestigiosi del calcio moderno e di quello che fu. Tutti accomunati dal grande rispetto verso il “Maestro”, come molti lo hanno sempre chiamato. Tutti velocemente insieme al ritmo di Twitter per salutare e ringraziare la “saeta” di tutto quello che ha regalato al mondo del calcio.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Giornalista di lungo corso, preparazione universitaria ed esperienze lavorative informatiche, è materano da sempre ma ormai toscano (e senese) di adozione. Gli piace cimentarsi “di fioretto” con la penna, non disdegna con decisione “la spada” davanti a un computer. Sport, politica, teatro: alcuni dei suoi terreni preferiti per comunicare con un mondo sempre meravigliosamente “a colori”.

Leave A Reply


*