Migliorare l’esperienza dei cittadini nell’utilizzo dei servizi digitali offerti dalla Pubblica Amministrazione: questo l’obiettivo dei progetti per i quali il Comune di Sarzana è stato ammesso a finanziamenti del PNRR per oltre 380mila euro.

Si tratta di iniziative promosse dal Dipartimento per la trasformazione digitale e che riguardano “Italia Digitale 2026 – Strategie e iniziative per il digitale del Piano nazionale di ripresa e resilienza”.

Da anni il Comune di Sarzana utilizza la piattaforma SPID e CIE e, con l’attuazione di tali progetti, ci saranno l’autenticazione eIDAS per i cittadini dell’UE e l’adozione definitiva delle piattaforme PagoPa e AppIo per i servizi comunali. Lo SPID diventerà maggiormente interoperabile attraverso OpenId Connect, lo standard che consente l’autenticazione dell’utente attraverso la stessa tecnologia attualmente utilizzata da molte applicazioni web del settore privato.

“La digitalizzazione, nel mondo di oggi, non è più un’opportunità ma una necessità: ora potremo ampliare i sevizi a disposizione dei sarzanesi e di chiunque vorrà interfacciarsi con il nostro Comune” dichiara Cristina Ponzanelli, sindaco di Sarzana.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Aspirante giornalista, classe 1995. Laureata in Scienze della comunicazione per i media e le istituzioni, ho un grande interesse verso tutto ciò che riguarda la comunicazione pubblica. Un interesse maturato anche a seguito della mia iscrizione all'associazione PA Social e del mio tirocinio presso l'Ufficio stampa del Comune di Bagheria.

Leave A Reply


*