A Vieste, in provincia di Foggia, sono state create due nuove app per fare acquisti online e per prenotare i vari servizi in una delle tante spiagge del litorale: si chiamano ‘Compro a Vieste’ e ‘In spiaggia’. Questi nuovi servizi sono stati presentati in videoconferenza dall’assessore comunale al Turismo, Rossella Falcone. Per assicurare la massima sicurezza e il necessario distanziamento, anche nella provincia pugliese arrivano le applicazioni digitali per prenotare un posto in spiaggia ed avere il proprio ombrellone. Si tratta di due App che stanno al passo con i tempi. Un modo innovativo per combattere la pandemia. 

“Due applicazioni perfettamente in linea con quella che è l’azione intrapresa quest’anno dall’amministrazione comunale che ha deciso di puntare sul digitale – ha commentato l’assessore Falcone -. ‘Compro a Vieste’ non è altro che la trasformazione di una piattaforma di community che abbiamo utilizzato nel periodo natalizio e che è stata trasformata in un’app di e-commerce che consentirà a tutte le attività economiche del paese di potersi iscrivere gratuitamente e poter fare acquisti online, ma anche la possibilità di ordinare una pizza, un panino, un piatto da asporto o un caffe  dal tavolino di un bar e pagare direttamente con lo smartphone evitando file alla cassa e contatto con le monete.” ‘In Spiaggia’ – prosegue l’assessore – è invece un’app dedicata ai nostri stabilimenti balneari, nata da un progetto della Regione Puglia. In questa app sono state inserite tutte le spiagge pubbliche di Vieste, geolocalizzate, e con la descrizione e i servizi offerti. Sarà possibile anche prenotare l’ombrellone”.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

ROCCO LANZA

Ho 25 anni e sono laureato in scienze politiche, con specialistica in comunicazione presso l'università di Pisa. Attualmente sto frequentando il master in Pragmatica Politica della RCS Academy e sono fortemente appassionato di comunicazione e politica.

Leave A Reply


*