Barcolana 2019, l’edizione n° 51 della regata velica che si svolge ogni anno a Trieste a inizio ottobre, ha navigato parecchio – e non solo domenica 13 – anche su web e sui social, registrando oltre 2000 iscrizioni e un’impennata di popolarità anche fuori dall’ambiente velico e dal perimetro dei temi legati al mare e al mondo delle regate.

Lo testimoniano i dati dell’indagine nazionale commissionata dalla società organizzatrice a SWG, rilanciati da Il Piccolo il 16 ottobre.

Il 53% degli italiani maggiorenni, su un campione di 1000 persone intervistate dalla società di ricerca, conosce la regata, quasi il doppio rispetto al 28% registrato per l’edizione 2018, e l’11% in più rispetto al 42% del 2017. Merito anche del sito web, ricco di informazioni e materiali multimediali, della possibilità di seguire per la prima volta, anche da mobile, la gara su Kwindoo, la piattaforma digitale di tracking per le regate, ma anche e forse soprattutto della presenza diffusa sui social, che ha allargato gli orizzonti della gara ad altri ambiti e tematiche, come dimostra l’analisi sul traffico Twitter, #barcolana51 l’hashtag più popolare, condotta su 1.800 tweet da Swg.

L’account ufficiale della manifestazione @RegataBarcolana (così anche su Facebook, che ha trasmesso la diretta della gara), ad esempio, ha retwittato e twittato anche sul lutto per i due agenti uccisi in questura a Trieste il 14 ottobre.

Un aggancio importante con l’attualità e le vicende del Paese testimoniato anche dall’attività degli influencer, dei quali Swg ha stilato la classifica.

Al primo posto l’attore Alessandro Gassmann, con il tweet legato anche al tema del cambiamento climatico con #ClimateActionNow, nel ranking anche i Vigili del fuoco e Unhcr, presente per la prima volta, insieme con Moleskine Foundation, con la “Kleronia” per sensibilizzare su soccorso in mare e accoglienza.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Punto ad essere una persona consapevole e partecipe, vivere e contribuire in una comunità che si evolve, e credo che l'informazione sia una leva essenziale di questo sviluppo. In quest'ottica mi sono avvicinata alla comunicazione pubblica, di cui mi occupo come redattrice web. Sono nata e vivo a Roma, cerco di lavorare “al servizio del servizio pubblico”, senza perdere di vista quello che succede intorno.

Leave A Reply


*