Stress e tecniche di respirazione. Si sente parlare spesso del “qui ed ora”, un mantra filosofico da ripetersi per godere appieno del presente. In inglese è “here and now”. Da qui, il gioco di parole con cui BioBeats ha dato il nome alla sua nuova app per gestire l’ansia: “Hear (ascolta) and Now”, disponibile su piattaforma iOS e già scaricata da 40.000 utenti, soprattutto inglesi e tedeschi.

Bisogna respirare col diaframma, quando ci si trova in situazioni di forte tensione emotiva, perché questo agisce sul battito cardiaco, rallentandolo. Hear and Now aiuta a farlo, con un sistema che consente, appoggiando il dito sulla telecamera, di rilevare la frequenza cardiaca e sincronizzarla ad una musica che dà il ritmo giusto alla respirazione, mentre sullo schermo passano delle immagini: se il diaframma viene usato in modo corretto, queste sono a fuoco, altrimenti diventano sfocate.

BioBeats è una startup nata nel 2013 dall’Università di Pisa. Nella città toscana ha base il team di sviluppo software, ma la società è dislocata in altre due sedi internazionali: a Beverly Hills, dove ci si concentra sulla raccolta fondi e sulla parte entertainment, e a Londra, in cui viene gestito lo sviluppo del settore medicale. Dall’incontro tra i suoi fondatori, Davide Morelli, di Livorno, e David Plans, londinese – due musicisti e ricercatori nel campo delle interazioni tra l’intelligenza artificiale e il suono –, e Nadeem Kassam, un investitore californiano, attuale CEO dell’azienda, è arrivato il capitale di partenza, cui si è aggiunto l’aiuto di altre persone facoltose, tra le quali il famoso attore Will Smith. Dopo 3 anni, BioBeats è riuscita a metter a segno un colpaccio: da White Cloud Capital, Axa Strategic-Ventures e Iq Capital è arrivato un finanziamento complessivo di 2,2 milioni di dollari.

La nostra app vuole essere di supporto ai terapisti, che in questo modo possono avere a disposizione uno strumento per controllare se e con quale qualità i pazienti eseguono gli esercizi di respirazione. Hear and Now è infatti il risultato di un percorso iniziato due anni fa, quando abbiamo iniziato a lavorare a fianco di chi ha problemi respiratori, sviluppando applicazioni nel campo medicale e del wellness”, ha spiegato Davide Morelli.

 

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Classe 1983, laureato in "Media e Giornalismo", con qualifica professionale in "Mediazione Linguistica" e "DITALS di II livello". Appassionato di cinema e sport, mi muovo fluidamente nel mondo della comunicazione, cercando di veicolare informazioni in maniera chiara, gradevole ed efficace. Sono vicepresidente dell'Associazione Culturale "Buongiorno Firenze" (www.buongiornofirenze.eu).

Leave A Reply


*