Il Museo Internazionale della Ceramica in Faenza prosegue il suo percorso di sperimentazione e digitalizzazione. Oltre ad introdurre la app FollowMic che rivoluziona l’esperienza dei visitatori, il Mic presenta due iniziative per migliorare la propria accessibilità. 
La prima, realizzata con il contributo della Regione Emilia-Romagna e in collaborazione con la Fiadda, famiglie italiane associate per la difesa dei diritti degli audiolesi, fornisce i percorsi video didattici delle opere più importanti per le persone sorde. La seconda iniziativa, in collaborazione con l’Istituto dei ciechi Francesco Cavazza, introduce un percorso di visita in braille per ipovedenti e un progetto pilota per una fruizione tattile delle opere della sala del design.
“Il progetto è un format che potrà essere applicato anche ad altre realtà museali del territorio e non solo e, attraverso un semplice inserimento di una maschera interattiva, si potranno monitorare i dati dei visitatori e coglierne il grado di soddisfazione o gli elementi di miglioramento”, spiega la direttrice del Mic Claudia Casali. 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Aspirante giornalista, classe 1995. Laureata in Scienze della comunicazione per i media e le istituzioni, ho un grande interesse verso tutto ciò che riguarda la comunicazione pubblica. Un interesse maturato anche a seguito della mia iscrizione all'associazione PA Social e del mio tirocinio presso l'Ufficio stampa del Comune di Bagheria.

Leave A Reply


*