Una partnership tra Airbus e il Gruppo Renault per sviluppare tecnologie che garantiscano l’immagazzinamento di energia su supporti diversi. Entro il 2030, verranno elaborate le migliori soluzioni per incrementare la densità energetica, facendo emergere nuovi modelli di batterie nella roadmap dell’elettrificazione. E non solo: verranno progettate, con la nuova tecnologia, le architetture degli aerei ibridi – elettrici.

“Quello dell’aviazione è un settore estremamente esigente in termini di sicurezza e consumo energetico, proprio come l’industria automotive. Come Gruppo Renault, i nostri dieci anni di esperienza nella catena del valore dei veicoli elettrici ci permettono di contare su una delle migliori competenze sul campo che ci siano, ma anche su una vera e propria competenza nelle prestazioni dei sistemi di gestione delle batterie. Spinti dallo stesso obiettivo ambizioso di fare innovazione e ridurre la carbon footprint, i nostri team di ingegneri si confrontano con quelli di Airbus per far convergere tecnologie trasversali che consentiranno di far funzionare gli aerei ibridi, ma anche di sviluppare i veicoli del futuro”, spiega Gilles Le Borgne, Direttore Ingegneria del Gruppo Renault.

Questo accordo di ricerca e sviluppo a livello di elettrificazione avrà un ruolo decisivo nell’ambito dei trasporti, dal momento che si pone anche l’obiettivo zero emissioni nette entro il 2050, sia nel settore automotive che in quello dell’aviazione.
   

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*