A Fermo è in corso in modalità phygital la ventinovesima edizione della fiera “Tipicità”. La fiera, che valorizza l’intero settore agroalimentare delle Marche e tesse da anni una rete di relazioni internazionali nei comparti food e turismo, propone quest’anno un’esperienza ibrida – fisica e digitale -, che si articola in oltre trenta iniziative live diffuse in modalità multicanale ed una piattaforma ad umanità aumentata, pronta ad allargarsi sul territorio con il Grand Tour delle Marche. Grazie al digitale Tipicità raggiungerà gli ospiti ed i territori collegati da ogni parte del mondo: dalla Cina a New York, passando per Dubai, Germania, Francia e Canada. Ospite d’onore dell’attuale edizione è il Québec, con il quale Tipicità ha allacciato rapporti di collaborazione già dal 2019.

“Oggi presentiamo una Tipicità che rilancia e si declina in nuove e maggiori opportunità!”, ha dichiarato Paolo Calcinaro, Sindaco di Fermo. “Certo, ci auguriamo di rivedere il “serpentone” di persone che ha sempre caratterizzato Tipicità, ma abbiamo fatto di necessità virtù e questa edizione phygital serve anche a rafforzare le relazioni internazionali attivate con Tipicità nel corso degli anni”.

“Fermo, il Fermano e le Marche – ha proseguito Calcinaro – si preparano ad accogliere turisti e visitatori che nei prossimi mesi speriamo di ricevere numerosi. Tipicità è sicuramente un acceleratore della ripartenza!”.

Nel programma della fiera verrà presentato il format “Risveglio”, con collegamenti live da tutta la regione: Senigallia con lo shopping, la Riviera del Conero con il turismo, Casa Leopardi a Recanati per la cultura e poi il Centro Commerciale Naturale di Fermo.

Emanuele Conforti, presidente giovani imprenditori di Confartigianato Macerata, Ascoli Piceno e Fermo, ha spiegato che “vivendo molto nel digitale mi trovo molto a mio agio in questa edizione phygital, un’opportunità per gli artigiani di raggiungere meglio il pubblico. Svilupperemo un’iniziativa che metterà in contatto gli artigiani con il pubblico finale attraverso piattaforme dal produttore al consumatore, sviluppate in ambito Confartigianato”.

Il programma completo è consultabile sul sito www.tipicita.it, tutti gli eventi saranno visibili sui canali social della fiera.

Ecco alcuni degli appuntamenti di punta del programma:

– degustazione di vino phygital delocalizzata in ben 80 diversi punti d’Italia con, tra gli altri, Federico Quaranta e Riccardo Cotarella;
– a Tipicità i narratori del gusto, tra il fisico ed il digitale: Tinto, Marco Ardemagni, Gioacchino Bonsignore, Bruno Gambacorta;
– Ardemagni è phygital: conduce il primo evento da Milano, il secondo da Macerata ed il terzo dal Fermo Forum;
– con “Che Bontà, racconti di Tipicità”, Tinto esplorerà aziende e prodotti di alta gamma che poi vivranno nel market place ad “umanità aumentata”;
– a Macerata, presso il concept restaurant&store Vere Italie, sarà operativa una vera e propria ambasciata enogastronomica “in esterni”;
– “Agroalimentare ed economia circolare”, con la partecipazione di un rappresentante FAO;
– concorso della biodiversità, tra istituti alberghieri;
– con il presidente dell’ENIT, Giorgio Palmucci, e con Alessandra Priante, direttrice dell’organizzazione mondiale del turismo in Europa, si parlerà di tendenze dei viaggi nel dopo pandemia;
– collegamenti da un traghetto e da una barca a vela;
– le novità dall’EXPO di Dubai per le Piccole Medie Imprese;
– in Cina per scoprire il modo migliore di proporre il Made in Italy per le piccole aziende.

Tipicità è organizzata dal Comune di Fermo in collaborazione con la Regione Marche e con la project partnership di Banco Marchigiano. Vi è inoltre condivisione con gli Atenei di Camerino e Macerata, nonché con l’Università Politecnica delle Marche, insieme a CNA, Confartigianato, Confcommercio.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

CRISTINA ZANNIER

Cristina Zannier è dipendente del servizio Turismo e relazioni esterne del Comune di Grado e social media manager dell’Ente. Dopo gli studi classici ha approfondito i temi della gestione della cultura, in particolare in ambito bibliotecario, e dell’organizzazione di eventi tramite diversi corsi. Lavorando a diversi progetti culturali e turistici promossi da enti pubblici locali ha inoltre acquisito competenze nella gestione amministrativa della Pubblica amministrazione. Dal 2012 si occupa di promozione del territorio coniugando canali di comunicazione online, offline e eventi. Insieme a Lara Anniboletti e Giuseppe Ariano coordina il tavolo nazionale Cultura e Turismo di PA Social.

Leave A Reply


*