Autore: SUSANNA BAGNOLI

SUSANNA BAGNOLI

Susanna Bagnoli, giornalista e addetta stampa. Ha iniziato con la radio e la cronaca locale del quotidiano Il Tirreno. Oggi si occupa di comunicazione politica e istituzionale per un gruppo politico del consiglio regionale della Toscana e scrive di lavoro e viaggi per testate giornalistiche on line. Perché twitter? Perché un giornalista non può farne a meno. Perché Cittadini di Twitter? Perché la trasparenza è un diritto.

Le date ci sono, dal 6 al 9 ottobre. Anche il tema dell’edizione 2016 è deciso : nodi e legàmi. E’ tempo di iniziare a parlare del prossimo Internet Festival, atteso per l’autunno a Pisa. Da qualche settimana è aperta la call per proporre un evento, suggerire un keynote speech, fare il nome di uno speaker, insomma farsi avanti con idee e spunti per dare forma al programma del festival, inviandoli entro il 30 aprile. Claudio Giua, direttore dell’Internet Festival 2016, ci aiuta a entrare nel clima della prossima edizione. “Nodi e legàmi” è il tema. Perché questa scelta? La…

LEGGI DI PIU'

E’ on line da pochi giorni il nuovo sito internet del Comune di Pisa. Home page rinnovata, grafica lineare, maggior spazio alle informazioni e alle pagine dei singoli uffici. Il sito ha oltre 18mila pagine, navigabili con facilità attraverso un box di ricerca google – like. E’ ideato per essere fruibile da dispositivi mobile. Facilitata la ricerca dei servizi on line e un’organizzazione migliore anche per le pagine dedicate all’amministrazione trasparente con documenti, procedure, decisioni disponibili on line. Dietro l’aggiornamento del sito ci sono 80 redattori che, nell’ambito della loro attività, aggiornano quotidianamente le pagine degli uffici. Spazio anche all’interazione…

LEGGI DI PIU'

Oltre 36 milioni di italiani utilizzano i social media, circa il 60% dell’intera popolazione. Circa nove milioni di italiani fanno ricorso ai social per entrare in relazione con istituzioni culturali. Hanno in prevalenza fra i 25 e i 44 anni e vanno alla ricerca di un contatto virtuale con artisti, biblioteche, enti lirici e musicali, spazi espositivi, teatri. A dircelo è un’ indagine condotta dall’associazione Civita, in collaborazione con Unicab, di cui anticipiamo alcuni dati, che sarà presentata in via ufficiale il prossimo 30 marzo con un evento all’Ara Pacis a Roma alla presenza del Ministro dei beni e delle…

LEGGI DI PIU'

Sempre per la serie ‘twitter e la filosofia’, non si può non parlare della community che ruota intorno all’hashtag #TwitSofia e all’account @TwitSofia_it. Loro sono stati i primi a credere che fosse possibile incuriosire twittatori appassionati della materia e aggregare contenuti e pensieri, in un esperimento iniziato nel 2013. Ideato da Armando Massarenti, filosofo della scienza e responsabile del supplemento culturale “Sole 24 Ore –Domenica”, @TwitSofia_it ha il valido supporto di Luna Orlando, editor di Utet (De Agostini Libri), a cui abbiamo fatto alcune domande. Cos’è #TwitSofia? Che cosa avrebbe detto Socrate dell’agorà virtuale, chiassosa e a volte rissosa ma…

LEGGI DI PIU'

Duttile e multitasking, Twitter si presta per sperimentare nei campi più diversi del sapere. Come quello del pensiero rigoroso e abituato a confrontarsi con le domande più difficili e scomode. Stiamo parlando della filosofia e della possibilità di ampliare la sua portata, praticarla anche in ‘piccolo’, nel quotidiano, come un’esercizio che tonifica la mente. Perché no, proprio grazie a 140 caratteri e all’insieme delle relazioni, fatte di tweet e retweet, che possono nascere da una frase ben scritta, da un pensiero che invita a riflettere. Se e in che modo è possibile fare filosofia attraverso le nuove tecnologie è la…

LEGGI DI PIU'

Il Museo di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Firenze ed è uno dei primi musei europei aperti al pubblico. Addirittura nel 1775. Possiede milioni di reperti, collezioni storiche che provengono dall’epoca dei Medici, e importanti collezioni scientifiche. “Più che di un museo, inteso come raccolte collocate in un luogo unico, il nostro è un sistema museale con collezioni botaniche, zoologiche, mineralogiche, paleontologiche, antropologiche, mediche e chimiche, distribuite in altrettanti diversi luoghi della città di Firenze”, spiega Alba Scarpellini, responsabile dell’ufficio comunicazione, sviluppo e organizzazione eventi del museo. E’ lei che, all’interno dell’istituzione, ha deciso per prima di ‘buttarsi nella…

LEGGI DI PIU'

Continuiamo ad approfondire il rapporto tra istituzioni culturali e mondo digitale, facendo la conoscenza della piattaforma TuoMuseo (www.tuomuseo.it). Un modo per conoscere on line il patrimonio dei musei, ma anche un modo per raccontare, tramite la piattaforma, i musei visitati, condividendo foto, suggerimenti, osservazioni. E anche altro. Come ci racconta Vitalba Morelli, storica dell’arte del team di TuoMuseo per il quale si occupa anche di marketing e comunicazione.   TuoMuseo è un progetto ‘multitasking’, spiegacelo in modo sintetico.   In due parole direi che è il TripAdvisor del patrimonio culturale, con tanti servizi aggiuntivi creati ad hoc per i…

LEGGI DI PIU'

Musei e web, ma anche musei e social media in Italia. Una relazione che funziona? A chiederselo è stata Francesca Porden De Gottardo, una laurea in archeologia e un lavoro da social media manager, che nel 2013 ha avviato un progetto chiamato #svegliamuseo. Una ricognizione intorno alla capacità dei musei italiani di stare on line e utilizzare i social media per diffondere contenuti e creare engagement ma anche un progetto per sviluppare ‘connessioni’ virtuose tra musei stranieri, più avanti sulla strada dei social, e i nostri musei.  Oggi il progetto si è fatto community: un sito (www.svegliamuseo.com), un gruppo Facebook…

LEGGI DI PIU'

Si muovono in piccoli gruppi, hanno scelto il loro obiettivo con cura senza lasciare niente al caso. Sono ‘armati’ ma vengono in pace, sono gli ‘invasori’ che in questi giorni, fino al 3 maggio, partecipano alle Invasioni Digitali, visite ai musei, chiese, beni culturali talvolta poco conosciuti e un po’ fuori dai circuiti del turismo tradizionale. Brandiscono lo smartphone, vero strumento di promozione di massa, e documentano ciò che vedono. Il loro racconto diventa  uno storytelling avvincente, seguibile con l’hashtag #invasionidigitali, che valorizza il nostro patrimonio artistico e culturale.  La lista dei luoghi da invadere, fino a domenica prossima, è…

LEGGI DI PIU'

Entusiasmo alle stelle, anche sui social, per il ‘rinnovato’ Museo Egizio di Torino, aperto al pubblico dopo i lavori, durati tre anni e mezzo, dal 1 aprile. Si è trattato di un vero e proprio evento per la città, vissuto da tanti appassionati di arte antica e archeologia, che hanno con generosità, nei giorni scorsi, condiviso foto degli allestimenti, postato commenti e scorci di sarcofagi, statue, mummie, tombe, papiri. Un bellissimo viaggio a distanza, a portata di hashtag, alla scoperta dei nuovi allestimenti  per tutti coloro che ancora non sono riusciti ad andare di persona. L’hashtag utilizzato dall’account ufficiale del…

LEGGI DI PIU'