Autore: REDAZIONE

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

“Le città metropolitane sono una straordinaria occasione, possono essere il momento da cogliere per dare la spinta decisiva allo sviluppo della nuova comunicazione nella vita e nella gestione delle città. I Comuni sono i “vip” della PA, hanno una eccezionale forza di attrazione e di interesse tra i cittadini anche sui social network, sfruttiamo questo appeal non solo per avere più visibilità ma anche e soprattutto per dare maggiori servizi ai cittadini”. E’ quanto ha detto il direttore di Cittadini di Twitter Francesco Di Costanzo intervenendo oggi a Roma al dibattito “Raccontare le città metropolitane: nuove forme di comunicazione delle…

LEGGI DI PIU'

L’attività pastorale ha ormai da tempo intrapreso la strada della comunicazione social. Le possibilità offerte dai nuovi mezzi di comunicazione sono un’occasione per parlare alle giovani generazioni (e non solo) in modo facile e diretto. Un mondo in continua crescita dove, per fare il punto della situazione, si segnala il convegno “Churchbook. Tra social network e pastorale”, organizzato dal Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia (Cremit) dell’Università Cattolica di Milano, dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia e dall’Associazione Webmaster Cattolici Italiani (WeCa) in programma giovedì 29 maggio, a partire dalle 9, nell’Aula Pio XI…

LEGGI DI PIU'

Le possibilità offerte dalla nuova comunicazione pubblica rappresentano una sfida che le amministrazioni e in special modo le città metropolitane non possono perdere. Un argomento quanto mai di attualità che sarà al centro dell’evento in programma domani a Roma dal titolo “Raccontare le città metropolitane: nuove forme di comunicazione delle sfide urbane”, organizzato da Cittalia (@Cittalia) e Forum PA (Forum_PA) presso il Palazzo Dei Congressi – EUR (dalle 15 alle 17). Come spiegato dagli organizzatori dell’iniziativa l’istituzione delle città metropolitane pone nuove sfide a tutti i settori dell’amministrazione locale ma è soprattutto sul fronte della comunicazione pubblica che è importante…

LEGGI DI PIU'

Il turismo non poteva mancare all’appello. E infatti nell’ultimo anno sempre più istituzioni, aziende pubbliche, enti di promozione sono sbarcate su almeno un social network per far conoscere al mondo le bellezze e le mete da visitare nei loro territori. Tra le istituzioni più attive c’è sicuramente la Regione Marche (@RegioneMarcheIT) che punta molto, anche con investimenti importanti in comunicazione, sulla promozione di spiagge, parchi, patrimonio storico e culturale, enogastronomia attraverso i propri account social (Facebook, Twitter, Instagram, Flickr, Pinterest, Four Square, Google+), con un occhio di riguardo a Twitter.  Molto del lavoro di promozione passa da un profilo dedicato…

LEGGI DI PIU'

Il lento avvicinamento di enti e istituzioni pubbliche al mondo dei social network si arricchisce di una nuova presenza. Lo scorso 22 maggio anche l’azienda sanitaria di Novara ha ufficialmente aperto una pagina su Facebook con l’obiettivo di avviare nuovi canali di dialogo con i pazienti-utenti perché “parlare alle persone è un compito altrettanto importante che curare le malattie”, spiegano dalla Asl. Una pagina Facebook “per essere più vicini agli assistiti, per soddisfare i bisogni di informazione sanitaria, per far conoscere l’organizzazione e i servizi erogati e per promuovere la cultura della prevenzione e l’educazione alla salute, nel più ampio…

LEGGI DI PIU'

Non è vero che la tecnologia ha ucciso le favole, è soltanto che nel mondo 2.0 anche loro viaggiano sui social network.  E’ il caso di un giovane americano che proprio grazie a Twitter è riuscito a coronare il suo sogno di andare al ballo di fine anno accompagnato dalla donna sognata: una cheerleader della squadra di football degli Houston Texas . La storia, su cui si sono subito accesi i riflettori dei mass media a stelle e strisce, non è iniziata con un “c’era una volta” ma con un tweet con cui Mike (@Big_Mike_71) ha lanciato la sfida a…

LEGGI DI PIU'

La storia delle nostre forze armate racchiusa in una App. Si chiama “AreaStorica” ed è stata realizzata dal ministero della Difesa per valorizzare e diffondere la nostra storia “militare” sui dispositivi mobili. “L’applicazione – spiega una nota diffusa dalla Difesa  – si propone inoltre quale valido strumento per conoscere e approfondire tutto ciò che è legato alla Grande Guerra”. L’applicazione (sviluppata per tutte le piattaforme mobile e disponibile nei diversi stores) funziona per sezioni e al momento dell’accesso vengono visualizzate le notizie relative alle Sezioni Centenario della Grande Guerra, I Luoghi della Memoria, la Banca dati dei Caduti. Selezionando, ad…

LEGGI DI PIU'

Una guida per difenderci dai pericoli della rete. Che si tratti di ragazzi che espongono i loro segreti più intimi e le proprie fotografie per gioco o per amore, genitori inesperti e utenti che installano l’app sbagliata allettati dalla parola “gratis”, professionisti che mettono a rischio i loro contatti di lavoro, molestatori e cyberbulli che pensando di essere protetti dall’anonimato colpiscono le persone più deboli. Ora per difendersi dai rischi della rete arriva una guida del Garante per la protezione dei dati personali dal titolo “Social Privacy – Come tutelarsi nell’era dei social network”. Ma non si tratta solo di…

LEGGI DI PIU'

Sheryl Sandberg, quarantaquattrenne nata a Washington, è la persona che nel giro di 6 anni ha portato il numero di utenti di Facebook da 72 milioni a oltre 1miliardo e 200 milioni. Laureata ad Harvard, dopo un’importante esperienza con il ministro del Tesoro dell’amministrazione Clinton ed un rapporto di consulenza con la McKinsey, Sheryl approda in una semisconosciuta Google. La prima intuizione è che il motore di ricerca della casa di Mont View deve diventare la prima cosa che milioni di americani vedono ogni mattina appena collegati alla rete: per far questo convince AOL (America on Line), uno dei più…

LEGGI DI PIU'

Per produzione e vendita dei veicoli a due ruote è…. Champions League. Idee, ricerca, prototipi che vanno velocemente in produzione, caratteristiche meccaniche, stile, qualità costruttiva : sono questi i motivi per cui , che siano biciclette, ciclomotori o motocicli, il settore conferma un’Italia leader. Certo, con la crisi siamo passati da dai 190.000 pezzi prodotti nel 2007 ai 65.000 del 2012, ma la leadership italiana è sempre lì. Per le esportazioni delle nostre motociclette siamo terzi a livello mondiale dietro Cina e Giappone. Con le biciclette abbiamo vissuto lo scorso anno un’impennata della produzione (+22%) con oltre due milioni e…

LEGGI DI PIU'