Autore: MATTEO PELLI

MATTEO PELLI

Fiorentino doc. Sono giornalista professionista e specializzato in comunicazione pubblica, digitale e social. Lavoro a Open Comunicazione dove mi occupo della redazione e della gestione dei contenuti digitali di enti pubblici e imprese private. Tra le altre passioni: la tv e la radio.

Web, social network, chat, intelligenza artificiale: sono tanti gli enti e le aziende pubbliche che utilizzano le piattaforme digitali per offrire informazioni, comunicazione, servizi, dialogo ai cittadini. PA Social ha deciso di premiarle con un’iniziativa dedicata, lo Smartphone d’Oro. Il Premio, nato lo scorso anno, è il primo in Italia dedicato alle migliori esperienze di comunicazione e informazione pubblica digitale. Candidarsi sarà possibile fino al 30 settembre. https://www.youtube.com/watch?v=04F7A3KNTPE

LEGGI DI PIU'

Dallo scorso 6 marzo le opportunità economiche predisposte dall’amministrazione comunale di Radicondoli arrivano sul web. In modo facile e veloce, coloro che sono interessati ai bandi e agli aiuti economici dedicati a lavoro, nuove aziende, casa e famiglia, potranno avere le informazioni sulle opportunità attive e le scadenze collegandosi al sito www.wivoaradicondoli.it. L’obiettivo è far crescere il territorio, sostenere le imprese, stimolare sempre più la residenza in questa porzione di Toscana dal cuore caldo e vicino a Siena, alla Valdelsa e a Firenze. Per questa operazione è previsto un totale complessivo di 395.689,50 euro. Ci sono 200mila euro di contributi…

LEGGI DI PIU'

Il 2019 è l’anno della social tv. O meglio è l’anno in cui i broadcaster italiani e l’industria dei media hanno investito, molto di più rispetto al passato, sulla declinazione social dei loro prodotti. Sulla spinta delle trasformazioni nelle pratiche di visione e di fruizione collettiva imposte da YouTube e dai social media, la televisione è costretta a reinventarsi come un medium inevitabilmente connesso a Internet. I telespettatori sono sempre più impegnati a twittare o postare opinioni relative alle trasmissioni che seguono. Ad affermarlo è l’istituto di ricerca Nielsen[1], secondo il quale sono 27 milioni gli italiani che ogni mese interagiscono…

LEGGI DI PIU'