Autore: GIUSEPPE ARIANO

GIUSEPPE ARIANO

Giuseppe Ariano, 1980, laureato in archeologia. Dopo un Master in management dei beni culturali, dal 2006 si occupa di questo tema, collabora con il MiBACT curando anche la promozione sui Social media del patrimonio culturale. Insegna Project Management Culturale ai Master Arte del Sole 24 Ore. A Salerno, insieme a sei amici, ha dato vita a Fonderie Culturali (www.fonderieculturali.it), associazione no profit che presiede, e con la quale gestisce i servizi al pubblico e la valorizzazione del Museo Archeologico Provinciale di Salerno. Il suo motto «la cultura permette di superare tutti i limiti, la cultura è un bene comune primario come l’acqua – i teatri, le biblioteche, i musei e i cinema sono come tanti acquedotti» (Claudio Abbado)

Continua la campagna promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del profilo instagram @museitaliani che anche nel mese di novembre ha raccolto grande consenso con le opere d’arte che hanno raccontato le forme dell’eros dagli oltre 450 musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali per descriverne opere, protagonisti e vita. Il profilo instagram @museitaliani ha inoltre raccontato nel mese di novembre, attraverso le immagini dei nostri musei, i tesori custoditi, le professionalità coinvolte e il pubblico che li anima. E ancora, gli addetti scientifici, i conservatori, i restauratori e tutti coloro incaricati di curare…

LEGGI DI PIU'

A partire dal mese di Ottobre il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) ha lanciato una call to action sui suoi account social network ufficiali: “Cerca le opere nei musei e condividile”. Ogni mese è dedicato a un tema, scelto sulla base della stagione, dell’attualità, di fenomeni di costume, di eventi di nazionali ed internazionali o ispirandosi ai capolavori del nostro vasto  patrimonio culturale. Questo mese è tempo di vendemmia, vino e uva. Sui canali social del MiBACT e dei singoli Musei viene dato spazio per tutto il mese ad alcune opere selezionate sul tema:…

LEGGI DI PIU'

I 20 musei autonomi MiBACT si sono messi in ascolto e grazie alla piattaforma di Travel Appeal oggi riescono a sapere cosa pensano di loro il web e i social media. Attività ed eventi, spazi, servizi, ristorazione, accessibilità e costi sono le variabili analizzate grazie all’indagine avviata all’inizio di quest’anno, sui 20 Musei Autonomi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo che usano il web e i social media per “ascoltare” la voce dei visitatori, nell’ottica di una costruzione di un audit virtuale della comunicazione culturale contemporanea. La società Travel Appeal ha messo a punto un…

LEGGI DI PIU'

Grande successo sui Social della #NottedeiMusei. Più di un milione di interazioni sui canali Social del MiBACT che supera i 70.000 followers su Twitter. L’evento europeo nato in Francia dodici anni fa ha ormai una sua immagine forte e consolidata ed affascina il pubblico per l’apertura straordinaria dei musei in orario serale.  A partire dallo scorso 18 maggio il MiBACT ha promosso l’iniziativa in Italia sopratutto attraverso i suoi canali Social (Facebook e Twitter) e diffondendo informazioni e info grafiche con le immagini più rappresentative del patrimonio culturale italiano. Opere d’arte spesso sconosciute sono diventate icone di tweet e post…

LEGGI DI PIU'

“Raccontare il dietro le quinte dei musei, i depositi e presentare le persone che ci lavorano per divertirsi e diffondere cultura nel web”, queste le intenzioni del gruppo di Community Managers che in Francia nel 2014 ha immaginato di ideare la MuseumWeek su Twitter. Sono 311 i musei, gallerie d’arte e istituzioni culturali italiane che hanno aderito alla terza edizione della #MuseumWeek. Il 20% in più rispetto all’edizione 2015. Tre i musei Italiani nella top 5 dei musei al mondo più attivi. Sei hashtag tematici per un totale di 150.000 tweet e 520.000 retweet (edizione 2016). Una diffusione spasmodica a…

LEGGI DI PIU'

Il mondo nel quale viviamo è profondamente caratterizzato dall’uso costante del digitale. I devices digitali sono divenuti una sorta di “protesi” digitale di noi esseri umani per comunicare e memorizzare. Ad oggi gli italiani che utilizzano i social media sono circa 36,5 milioni, ovvero ben il 60% dell’intera popolazione e di questi 9 milioni usano i social per entrare i contatto con i musei. A fronte di questi numeri però solo pochi musei statali sono attivi sui social: 114 musei sono su facebook e 43 su twitter su un totale di 315 musei – fonte MuD Museo Digitale.  La comunicazione…

LEGGI DI PIU'