Autore: ANTONIO LIONETTI

Giornalista di lungo corso, preparazione universitaria ed esperienze lavorative informatiche, è materano da sempre ma ormai toscano (e senese) di adozione. Gli piace cimentarsi “di fioretto” con la penna, non disdegna con decisione “la spada” davanti a un computer. Sport, politica, teatro: alcuni dei suoi terreni preferiti per comunicare con un mondo sempre meravigliosamente “a colori”.

Curare la propria immagine professionale sui social, anche per ambire a trovare posti di lavoro in settori non propriamente manageriali. Questo l’esito di studi che hanno preso in esame l’utilizzo dei social network nella ricerca del lavoro, dal quale sono emersi settori come le vendite (54,2%), l’amministrazione e finanza (45,8%) e il marketing (40,8%) come quelli che maggiormente ricorrono ai network per selezionare i profili giusti nel mercato professionale. Un’analisi più attenta ha anche confermato l’attenzione che i selezionatori ripongono sui dati riportati nei profili online. Esperienze di lavoro pregresse, riconoscimenti professionali e tappe particolarmente significative del percorso lavorativo. Aspetti…

LEGGI DI PIU'

Il filo sottile del lavoro e della ricerca così difficile soprattutto in periodi di crisi passa sempre di più attraverso il canale dei social network. Lo confermano con grande evidenza i dati della ricerca “Il lavoro ai tempi del #SocialRecruiting” giunta alla quarta edizione e condotta da Adecco in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano. Solo nell’ultimo anno infatti più della metà (56%) degli intervistati ha scelto i social per diffondere il proprio curriculum alla ricerca di un impiego e il 7% ha trovato lavoro proprio grazie ai social network (un incremento consistente rispetto al 2013, quando la percentuale si…

LEGGI DI PIU'

Dalla semplice app al contenitore integrato di applicazioni, che possono essere a loro volta implementate in tempo reale da informazioni degli stessi utenti. E’ così che il servizio Viabilità della Regione Emilia Romagna ha progettato e realizzato Viabilità E-R, l’applicazione scaricabile gratuitamente da Google Play che permette di raggiungere un pubblico piuttosto vasto con tutta una serie di informazioni coordinate tra di loro e relative ad argomenti di carattere regionale. In particolare Viabilità E-R contiene al suo interno cinque ulteriori app, che agiscono autonomamente e a loro volta si parlano con informazioni che gli stessi utenti forniscono grazie a feedback…

LEGGI DI PIU'

I social network a scuola e l’impatto della nuova comunicazione con il mondo degli adolescenti. Su questi argomenti si svolgeranno i lavori del convegno in programma a Firenze il prossimo 17 ottobre e che avrà per titolo “Crescere con i social: scuola, educazione e nuovi media”. Si tratta di un momento importante di condivisione di esperienze e contributi sulla presenza dei nuovi media nella scuola, testimoniata peraltro da YOUNGLE, il primo servizio pubblico nazionale di ascolto e counseling su Facebook rivolto e gestito da adolescenti che per l’occasione sarà presentato proprio durante il convegno. Youngle gestisce al momento nove profili…

LEGGI DI PIU'

Musei sempre più tecnologici e a portata di click. Va in questa direzione anche la scelta dei Musei Civici di Palazzo Farnese a Piacenza, che da poco hanno adottato la tecnologia di base IMApp per l’applicazione ufficiale di visita e guida del museo. Si tratta di una tecnologia che funziona con tutti i dispositivi Apple e che mette il visitatore al centro della struttura, con una guida multimediale particolarmente interattiva e coinvolgente. E’ la prima esperienza italiana (e la quinta in Europa) di tecnologia iBeacon, basata su piccoli emittenti Bluetooth che hanno un raggio d’azione variabile da pochi centimetri fino…

LEGGI DI PIU'

L’uso di Internet si allarga a macchia d’olio tra gli adolescenti, sempre più interessante studiarne dinamiche ed effetti legati soprattutto all’utilizzo più o meno controllato dei social network. Dati particolarmente interessanti arrivano dall’indagine nazionale della Società Italiana di Pediatria che, su un campione di 2107 studenti che frequentano la terza media in tutta Italia, ha registrato l’autentico boom del web e delle nuove tecnologie. E’ salita infatti al 93% la percentuale di ragazzi che si collega alla rete dallo smartphone, con una crescita esponenziale in questa fascia di età dovuta anche ai costi più bassi, e quasi tutti quindi con…

LEGGI DI PIU'

Una colletta online per avere la certezza di ricevere il regalo di proprio gradimento in un’occasione importante. Con questo semplice ma chiaro obiettivo è nata Growish una startup milanese che si propone proprio di mettere in contatto amici e parenti del “festeggiato” anche lontani per raccogliere le somme per il regalo desiderato. Il funzionamento di Growish è semplice e intuitivo. Chi propone la colletta e suggerisce il regalo per una qualsiasi ricorrenza ha a disposizione due modelli di pagamento con la moneta elettronica. Si può scegliere cioè una gift card di uno dei marchi che sono già nella lista del…

LEGGI DI PIU'

Acronimi, abbreviazioni e altre aberrazioni linguistiche come caratteristica dominante del linguaggio dei social network? Magari spesso e volentieri osteggiati o quanto meno guardati con distacco dagli esegeti del linguaggio più puro? Neanche per idea. Gli estremi si attraggono nella comunicazione 2.0, ed è così che l’Accademia della Crusca, istituto di stampo ottocentesco di per sé nato per diffondere e tutelare la purezza e la correttezza della lingua italiana, è sbarcata con grande seguito sui social. L’Accademia ha scelto per questo scopo Facebook e Twitter, cercando di far interagire quanto più possibile le due piattaforme senza mai confonderle e anzi sfruttando…

LEGGI DI PIU'

In attesa dell’e-book, per la scuola italiana ecco “PickMyBook”. E’ stata questa l’idea di una studentessa di Cuneo che a diciotto anni e in procinto di intraprendere la carriera universitaria, ha pensato bene di mettere a frutto l’esperienza vissuta di persona negli anni della scuola d’obbligo in materia di reperimento e acquisto dei libri di testo. E’ nata così PickMyBook, piattaforma digitale ideata proprio per valutare, trovare e acquistare libri di testo usati in rete. Per arginare la spesa media di una famiglia italiana in questo settore (valutata oggi dall’Osservatorio Findomestic nell’ordine delle 700 euro all’anno), l’intraprendente studentessa piemontese ha…

LEGGI DI PIU'

Un’informazione sempre più consapevole sulla cura dei dolori cronici e sulle possibilità di rivolgersi a medici e strutture adeguate. E’ solo uno dei tanti obiettivi della giornata di sensibilizzazione “Cento città contro il dolore”, promossa dalla Fondazione Isal (Istituto di ricerca e formazione in scienze algologiche) di sabato 27 settembre in 100 comuni italiani e 12 Paesi di tutto il mondo. L’iniziativa corre anche sui social network, dove la campagna web #Zeropain cerca di mettere a frutto i dati di un’indagine condotta dalla stessa Fondazione e secondo la quale in generale quattro persone su dieci che soffrono di dolori cronici…

LEGGI DI PIU'