La ONG CoPe – Cooperazione Paesi Emergenti, come partner del progetto europeo Clear Cyber Bullying finanziato da Erasmus+, organizza domani, mercoledì 16 marzo, il flash mob online Are you ready to fight Cyberbullying? #NObullyingFlashmob, per dire no al bullismo in rete e sensibilizzare ad un uso consapevole del web attraverso la diffusione di esempi di buone prassi.

Si partecipa all’iniziativa prendendo parte all’evento Facebook e seguendo le indicazioni contenute nella pagina dello stesso: il 16 marzo Clear Cyber Bullying fornirà un’immagine profilo e una di copertina da impostare sul proprio account e pubblicherà slogan e post (anche via Twitter) da condividere inserendo l’hashtag ufficiale #NObullyingFlashmob.

Il cyberbullismo è un fenomeno in ascesa che consiste nell’invio ripetuto di messaggi offensivi tramite sms o chat; un tipo di violenza psicologica in grado di raggiungere un vasto bacino di utenti – siano essi compagni di classe, colleghi di lavoro  o amici – in tempi molto brevi. Paralleli al cyberbullismo sono il sexting ed il grooming, cioè lo scambio di foto e video a sfondo sessuale attraverso cellulari o social network e l’adescamento online.

Il fenomeno del bullismo in rete interessa in particolar modo gli individui in età formativa e nelle fasi iniziali si presenta spesso come una semplice presa in giro, che assume poi connotati sempre più dannosi. Secondo dati recenti esposti dal Moige il 31% dei tredicenni (di cui il 35% sarebbero ragazze) avrebbe dichiarato di aver subìto atti di cyberbullismo e il 56% di avere amici che ne sono stati vittime. Dal Censis arrivano invece le seguenti statistiche: il 52% dei dirigenti scolastici italiani ha dovuto occuparsi di episodi di bullismo digitale, il 10% di sexting e il 3% di grooming. Occorre informare, prevenire e recuperare sia i molestati che i molestatori.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Classe 1983, laureato in "Media e Giornalismo", con qualifica professionale in "Mediazione Linguistica" e "DITALS di II livello". Appassionato di cinema e sport, mi muovo fluidamente nel mondo della comunicazione, cercando di veicolare informazioni in maniera chiara, gradevole ed efficace. Sono vicepresidente dell'Associazione Culturale "Buongiorno Firenze" (www.buongiornofirenze.eu).

Leave A Reply


*